Muffa sui muri

Nota importante per il lettore

Soluzione alla muffa sui muri causata dalla presenza di umidità di risalita

 

  • Senza lavori edili: non sono necessari lavori edili per deumidificare
  • Definitiva: risolve il problema alla radice e per sempre
  • Affidabile: 31 anni di esperienza e più di 50.000 installazioni nel mondo sono una garanzia di affidabilità
  • Ecologica, senza elettrosmog: a zero impatto ambientale, innocua, non necessita di corrente elettrica per funzionare
  • Garantita al 100%: garanzia “muri deumidificati o rimborsati”. Garanzia di 20 anni.

Richiedi un sopralluogo gratuitoSenza impegno e gratuito. Puoi disdire quando vuoi

La Muffa sui muri: descrizione del fenomeno

muffa sui muri da umidità di risalita

Muffa sui muri da umidità di risalita capillare

Vengono definite muffe quei funghi filamentosi e microscopici che inizialmente vengono trasportati dall'aria sotto forma di spore, le quali si depositano su “terreni” adatti alla loro proliferazione, tra i quali le mura  domestiche dove, con la giusta temperatura e grado di umidità, hanno la possibilità di germogliare dando origine a cellule filamentose dette ife, che poi si diffondono velocemente trasformandosi in macchie di muffa sui muri.

Essendo molto prolifere, le muffe, formano velocemente una colonia detta micelio prendendo le sembianze di macchie solitamente di colore nero o verdastro.

Uno degli elementi che contribuisce alla formazione e proliferazione di questi fastidiosi batteri e l'eccessiva umidità ambientale.

La muffa sui muri è, a tutti gli effetti, una malattia della quale soffrono le murature. Con la sua permanenza e diffusione le intacca e con il passare del tempo ne rovina la struttura esterna ed interna.

La muffa sui muri si diffonde con rapidità e necessita interventi tempestivi per evitare che le spore, che si sviluppano in grande quantità, contaminino nuove aree dei muri, intaccando in questo modo zone sempre più vaste e causandone il degrado.

La temperatura degli ambienti interni, che maggiormente favorisce la crescita della muffa sui muri è tra i 18 ed i 32 °C, mentre l'umidità relativa “ideale” per il suo sviluppo è al di sopra del 60%.

Muffa sui muri : uno sguardo ravvicinato

Inizialmente la muffa sui muri si presenta con piccoli puntini grigio/neri, che con il passare del tempo si trasformano in macchie e successivamente iniziano il danneggiamento della pittura e dell'intonaco dei muri, che vengono rovinanti dal fenomeno dello “sfarinamento”.

La presenza di acqua all'interno delle strutture murarie degli edifici, a causa del fenomeno di risalita capillare, è una delle cause principali della formazione e diffusione della muffa sui muri.

muffa sui muri

muffa sul soffitto

Ma oltre al problema di degrado degli edifici affetti dalla muffa e del conseguente danneggiamento estetico, esiste anche un fattore di salubrità collegato alla risoluzione della presenza di muffa. Infatti un ambiente eccessivamente umido e con presenza di muffa è meno confortevole e sano rispetto ad un ambiente con un tasso di umidità basso e privo di muffa.
La muffa con le sue spore è nociva per l'essere umano e la permanenza prolungata in locali dove tali batteri sono presenti, può far insorgere malanni e disturbi di vario genere che coinvolgono l'apparato respiratorio e può alterare il sistema immunitario di coloro che vivono e lavorano in tali ambienti.
Per la creazione di ambienti salubri e confortevoli è quindi vitale la riduzione dell'umidità all'interno di edifici ed abitazioni e l'eliminazione della muffa sui muri.

Di fatto, l'efficacia delle misure intraprese per aumentare il comfort abitativo ricopre un ruolo chiave nel raggiungimento di una scena di vita più salutare ed il comfort che un edificio può offrire a coloro che vi abitano è collegato a svariati fattori, tra i quali è di notevole importanza un corretto tasso di umidità che impedisca la formazione di muffa.

Dove si forma la muffa sui muri

Come abbiamo visto la muffa tende a formarsi in presenza di un clima umido con una temperatura calda, ma oltre a ciò la muffa predilige anche i materiali organici, come ad esempio alcuni derivati del petrolio, le pitture a dispersione, la carta da parati in tessuto organico, la cellulosa e i prodotti del legno.

Ciò viene accentuato nel locali abitativi dove la produzione di vapore acqueo è più elevata come la cucina e il bagno.

L'umidità dell'aria non riesce ad essere assorbita dall'intonaco del muro con sufficiente velocità con la conseguente formazione di minuscole goccioline d'acqua sulla superficie della pittura.

Nelle zone più fredde del muro, di norma gli angoli del locali, si va a formare una sottile ma uniforme pellicola d'acqua, che non fa in tempo ad evaporare e che fa insorgere la muffa sui muri

Danni alla salute causati dalla muffa sui muri

Questi funghi agiscono come allergeni e come agenti infettanti e producono  delle sostanze tossiche che avvelenano il corpo umano.

Ciò avviene con il rilasci da parte della muffa di micotossine, le quali provocano irritazione di occhi, faringe e naso.

Le spore prodotte dalla muffa possono infiltrarsi nelle mucose, producendo danneggiamento del sistema immunitario ed anche del sistema nervoso.

La presenza di muffa sui muri in casa può causare occlusione dell'apparato respiratorio, respiro corto, affanno o tosse.

L'esposizione ad ambienti con presenza di muffa sui muri può arrecare emicrania, ed anche rash cutaneo.

Nei soggetti che già soffrono di forme di asma, la muffa tende ad aggravare tale disturbo e ad aumentare la frequenza e l' entità degli attacchi.

Da studi effettuati risulta che bambini esposti in modo prolungato ad ambienti abitativi con muffa sui muri, tendono a sviluppare nel corso della loro vita di adulti, maggiori problemi respiratori rispetto a coloro che hanno vissuto in ambienti più salubri e privi di muffa.

Altri disturbi causati dalla muffa sui muri o aggravati dalla sua presenza sono: spossatezza, emicrania, asma bronchiale, tosse, stanchezza cronica, eczemi, riniti e allergie respiratorie.

I disturbi sopraesposti possono presentarsi in informa acuta a volte poche ore dopo l'esposizione ad un ambiente dove è presente la muffa sui muri o nell'arco di pochi giorni; oppure in forma cronica, con patologie che  insorgono in periodi successivi nella vita di una persona e che, anche dopo l'allontanamento dal luogo di esposizione, possono perpetrare uno stato di salute pessimo.

Rimedi alla muffa sui muri

Un rimedio efficace per combattere la presenza di muffa sui muri, ma non per eliminarne le origini e le cause, è quello di utilizzare la candeggina pura (non profumata) spruzzandola direttamente sulle macchie di muffa sui muri. E' utile utilizzare uno spruzzino ed assicurarsi di non far colare gocce di candeggina su oggetti e indumenti. E' preferibile fare tale operazione muniti di guanti e mascherina e areare il locale durante e dopo questo intervento.

Dopo avere spruzzato la candeggina è necessario aspettare circa 20 minuti.

E' invece da evitare la pratica di passare un panno imbevuto di candeggina sfregando direttamente la zona ammuffita dei muri, visto che farebbe sollevare le spore che contaminerebbero altre zone dei locale affetto da muffa sui muri.

Un altro rimedio, per la muffa sui muri, consiste nell'areare adeguatamente i locali, permettendo all'umidità in eccesso, presente nei locali, di fuoriuscire e riequilibrando il tasso di umidità relativa.

Nel locali dove il tasso di umidità è elevato (bagno e cucina) è preferibile optare per la ventilazione forzata, così da permettere un ricambio continuo di aria tra l'ambiente interno e quello esterno.

La ventilazione forzata può essere realizzata togliendo una parte della guarnizione di una finestra in modo da garantire un riciclo di aria costante,  oppure anche tramite la banale operazione di lasciare socchiusa una finestra durante l'intera permanenza all'interno del locale.

Ponti termici

In inverno i muri tendono a raffreddarsi più velocemente e le pareti interne sono più fredde rispetto alle altre stagioni. Nei punti più freddi è più probabile che avvenga la formazione di muffa, grazie anche alla presenza di ponti termici.

Un ponte termico è una zona del muro dove la temperatura risulta essere molto differente rispetto alle zone attigue. Ciò viene causato dalla veloce perdita di calore che avviene in particolari periodi ed aree dell'abitazione.

La velocità con la quale viene perso il calore, in presenza di ponti termici, può raggiungere il 30%.

I ponti termici riducono il comfort abitativo, causano maggiori spese per il riscaldamento e favoriscono la formazione di muffa sui muri degli edifici.

Nell'area del ponte termico la temperatura superficiale risulta inferiore e se si abbassa oltre al punto di rugiada il vapore acqueo presente nell'aria condensa e crea maggiore umidità sulle pareti che successivamente diviene muffa!

In altre parole in presenza di un ponte termico lo scambio di calore dall'interno verso l'esterno o viceversa è più rapido ed il raffreddamento che ne risulta predispone la formazione di muffa sulle pareti.

Aquapol: una soluzione definitiva al problema della muffa sui muri

La soluzione che previene in modo efficace e definitivo la formazione di muffa sui muri e l'agire sulle condizioni climatiche dell'abitazione responsabili di farla proliferare, ossia l'umidità eccessiva.
Abbassando l’eccessivo tasso d’umidità interna, in particolare riducendo anche quella di risalita capillare laddove presente, si eliminano i presupposti ambientali che permettono alla muffa di attecchire sulle murature.

Aquapol rappresenta un’ottima soluzione oggi esistente sul mercato per sconfiggere l’umidità di risalita. Agisce invertendo la polarità ossia la direzione delle molecole d’acqua presenti nei muri e dirigendo l'acqua, che stava risalendo, verso il basso nel terreno, da dove è arrivata.

In questo modo Aquapol deumidificando i muri è in grado di incidere consistentemente sulla riduzione o prevenzione dell’insorgere della muffa sui muri creando in tal modo i presupposti per un ambiente salubre con un elevato comfort abitativo.

Ci sono voluti anni di sperimentazioni e di studi per giungere alla realizzazione dell'attuale tecnologia di risanamento dei muri umidi chiamata Aquapol.

Alcuni vantaggi del dispositivo Aquapol sono il fatto che non necessita di alcuna forma di energia per essere alimentato e poter funzionare, non ha bisogno di interventi di manutenzione, non ha parti o componenti che si deteriorano e non necessita di sostituzioni, è di facile installazione e non richiede interventi invasivi, non emette rumori ma al contrario è silenzioso.

Con Aquapol combattere alla radice il problema della muffa sui muri nei locali afflitti anche da risalita capillare è ora possibile!

I commenti sono chiusi