Umidità di risalita – la nostra soluzione definitiva


Aquapol è la soluzione ecologica all' umidità di risalita

 

Garanzia di affidabilità grazie a 33 anni di esperienza e più di 50.000 installazioni nel mondo!

  • Per ottenere un concreto risparmio energetico in casa
  • Per non ristuccare e ridipingere i muri ed eseguire
    continuamente opere di ristrutturazione edilizia
  • Per non vedere più macchie di muffa nera sui muri ed evitare
    opere di risanamento della casa
  • Per non avere in casa un ambiente insalubre causato dall'umidità di risalita
  • Per poter apprezzare di più casa propria senza il problema assillante dell’umidità di risalita capillare sulle pareti

garanzia contro umidità di risalita

Come capire se è presente dell'umidità di risalita in casa?

A volte non è né facile né scontato capire se in un’abitazione ci sia presenza di umidità di risalita capillare o meno. Spesso alcuni segnali sono male interpretati e altrettanto spesso non viene compiuta nessuna analisi degli ambienti, per determinare se siano affetti da tale problematica.

Anche chi acquista casa si trova a dover valutare se tale immobile, che non sembra mostrare tracce di umidità, ne sia privo veramente o se ne siano state occultate le cause.

Vivere in una casa afflitta da eccessiva umidità è poco salutare per le persone, oltre al fatto che l’edificio stesso subisce delle conseguenze dannose che, con l’andare del tempo, intaccheranno sia gli intonaci che le strutture murarie stesse.

Non è consigliabile sottovalutare questo problema o cercare di “risolverlo” coprendolo con pitture, stucchi o contro-pareti.

È invece necessario affrontarlo con le giuste soluzioni che si indirizzino alle cause dell’umidità di risalita, piuttosto che agli effetti, risolvendo questo fastidioso problema alla radice.

Non va dimenticato che anche le case nuove, non solo quelle vecchie, possono soffrire di umidità.

Che cos'è l'umidità di risalita?

L'umidità di risalita è una delle tipologie di umidità più comunemente diffuse e riguarda sia le costruzioni vecchie, sia le costruzioni recenti; si manifesta nei casi in cui il sistema di isolamento è danneggiato, inefficace oppure mancante. A causa del fenomeno della capillarità, l’acqua presente nel terreno risale dalle fondamenta dell’edificio manifestandosi nella zona bassa delle murature e risalendo lungo le pareti, rovinando le pitture sui muridanneggiando l'intonaco e le strutture murarie.

umidità di risalita

Dove si forma l'umidità di risalita?

Esistono 12 tipologie di umidità, ma ai fini di questo articolo possiamo delineare tre principali tipi di umidità interna: umidità di risalita capillare, infiltrazioni e condensa/muffa.

Ognuna di esse ha differenti cause e differenti soluzioni, ma la prima cosa da fare è un’analisi accurata degli ambienti per poter definire di quale (o quali, visto che potrebbero essere anche più di una) tipo di umidità sia affetto l’edificio.

Esistono molti segnali che indicano la presenza di umidità di risalita in casa. Vediamo di seguito i 4 principali sintomi.

Presenza di muffa sui muri

Macchie di differenti colori che si presentano sui muri, nelle parti basse delle murature, negli angoli, sui soffitti oppure dietro ai mobili. Questi segnali sono un chiaro indicatore della presenza di eccessiva umidità di risalita che contribuisce a creare un habitat ideale per la proliferazione delle muffe.

umidità di risalita capillare

umidità di risalita sui muri

Cattivo odore o malessere generale

L’umidità di risalita non agevola un clima abitativo salubre, e può essere fonte di vari disturbi come ad esempio: allergie, difficoltà di respirazione, disturbi della pelle, asma, tosse, irritazione della gola, raffreddore e congiuntivite.

problemi di salute per umidità di risalita

Se in un’abitazione c’è costantemente cattivo odore (di muffa per esempio) oppure gli abitanti soffrono di ricorrenti disturbi è molto probabile che ci sia un contenuto d’umidità eccessivo.

Muri visibilmente umidi con strani aloni

Visibili, spesso nella parte bassa dei muri ma anche in altre zone, sono un altro indicatore della presenza di umidità di risalita . In questo caso l’umidità sta lavorando internamente ai muri, danneggiando le strutture murarie, per poi uscire e rovinare gli intonaci.

umidità di risalita rovina intonaci

intonaco rovinato da umidità di risalita

E questo ci porta al quarto sintomo:

Danni visibili sulla superficie dei muri

Muri con crepe, intonaci con bolle, carta da parati che si stacca, pittura che sfarina. Tutti danni legati alla presenza di umidità di risalita, che non si risolveranno con pitture coprenti o con il rifacimento degli intonaci.

intonaci rovinati da umidità di risalita

intonato rovinato da umidità di risalita capillare

Perché gli edifici vecchi diventano umidi?

La risposta esatta è: la mancanza dell’isolamento dei muri, la sua rottura nel tempo, fa si che l’umidità proveniente dal terreno venga assorbita dal muro come una spugna. Per questo motivo i muri diventano umidi = EFFETTO CAPILLARE.

Alcuni altri sintomi che è opportuno segnalare sono: lo scricchiolamento di pavimentazioni di legno, al pianterreno, che indica la possibile presenza di umidità nel sottosuolo.

La comparsa di goccioline d’acqua sulle vetrate interne di un’abitazione, indica senza ombra di dubbio, la formazione di condensa prodotta da un’eccessiva presenza di umidità nell’aria ed una insufficiente ventilazione dei locali.

umidità da condensa

 

In presenza di uno o più di questi sintomi è consigliabile far svolgere ad un professionista un’analisi dell’immobile per delineare la corretta soluzione che agisca sulle cause dell’umidità, così da risolverla completamente e per sempre.

Umidità di risalita: quali soluzioni funzionano?

Permettere alla propria abitazione di continuare a soffrire di eccessiva umidità è controproducente sia per il benessere e la longevità delle strutture murarie, sia per la salute di coloro che abitano tale immobile!

Una delle tipologie di umidità più comuni che possono affliggere gli immobili è l'umidità di risalita.

L'umidità di risalita è innescata dal fatto che l'acqua presente al di sotto delle strutture murarie di un immobile (quindi nel terreno), a causa della capillarità, risale attraverso le murature stesse rendendole umide e rendendo umidi e insalubri anche i locali abitativi.

Tra i vari tipi di umidità che possono essere presenti in un'abitazione, l'umidità di risalita si contraddistingue per alcune particolari caratteristiche: macchie uniformi sui muri che procedono dalla base del muro verso l'alto; le macchie non cambiano ne diminuiscono con le variazioni stagionali del clima; presenza di sali con efflorescenze saline; intonaci e pitture rovinati.

Esistono sul mercato molte tecniche che vengono spacciate come soluzioni definitive al problema dell'umidità di risalita, ma che spesso non sono tali.

Vediamole assieme:

Interventi meccanici

Viene praticato un taglio orizzontale alla base delle murature e vengono inserite delle lastre isolanti che dovrebbero impedire all'umidità presente nella parte bassa del muro (al di sotto del taglio) di proseguire la propria risalita lungo le murature.

Questa soluzione molto invasiva può creare molti danni ed è potenzialmente pericolosa. L'acqua che dovrebbe risalire viene bloccata
dalla barriera inserita nel muro ma la polarità dell'acqua continua a spingere l'acqua verso l'alto con il risultato che sempre più acqua
si accumula e degrada la parte bassa delle murature, che divengono instabili e pericolose. Anche il taglio stesso, per l'inserimento delle
lastre isolanti, rende la murature non più sicure e ne compromette la stabilità.

taglio termico

taglio fisico muro per eliminare umidità di risalita

La prima cosa da stabilire, quando si parla di umidità in casa, è la provenienza di tale umidità. Esistono infatti differenti cause e tipologie di umidità ed altrettanti rimedi più o meno efficaci.

Una volta che viene stabilito che il tipo di umidità è di risalita capillare, è possibile intervenire con la migliore soluzione disponibile.

Una soluzione proposta dal mercato, in particolare negli anni ‘80/’90 ma ancora oggi promossa da alcune società, è il taglio meccanico dei muri perimetrali.

Questo tipo di intervento meccanico prevede un vero e proprio taglio orizzontale dell'intera muratura, che in questo modo viene separata, con l'inserimento di una lastra isolante.

Questa tecnica è molto invasiva e mina la solidità delle strutture murarie, incluso quelle portanti. Crea danni e lesioni ai muri, cedimenti e assestamenti che rendono l'immobile potenzialmente instabile.

Viene pubblicizzato come metodo efficace per interrompere definitivamente la risalita capillare dell'acqua. Sì, indubbiamente la interrompe, visto che la casa viene tagliata alla base, separata dal terreno e isolata con una lastra. Ma non è difficile capire quanto pericoloso e controproducente sia questo metodo, molto in voga nei decenni passati ma sempre meno utilizzato oggi.
Queste barriere, di materiali come il metallo o i plexiglass, inserite nelle murature, tendono a corrodersi e a rovinarsi rendendo ancora più pericolosa la stabilità dell'immobile che, una volta terminato l'intervento, poggerà su queste lastre!!

La cosa peggiore di questa “soluzione” è il fatto che la parte di muro al di sotto del taglio, sulla quale la casa con le sue lastre poste alla base, continua a poggiare, viene ancora intaccata e degradata dall'acqua che cerca di salire e non riuscendoci, ristagna e si accumula in quel punto, sgretolando in modo costante e perpetuo le parti più basse dei muri.

Se dovessimo redigere una lista di Pro e Contro relativi a questo metodo di deumidificazione dei muri, potremmo tranquillamente affermare che non ci sono reali punti a favore, visto che il taglio delle murature non risolve il problema e causa gravi danni alle strutture dei muri, risultando spesso pericoloso.

Per quanto concerne i “Contro” potremmo dire che sono innumerevoli, eccone alcuni:

- É molto invasivo
- Non è per nulla economico
- Rende instabile la casa
- Non risolve il problema alla radice ma lo “blocca” temporaneamente, creando una situazione anche peggiore all'umidità di risalita.
- Non è permanente ma solo temporanea, visto che le lastre inserite si degradano a loro volta.
- É pericoloso per coloro che abitano nell'immobile che è stato “staccato” dalle sue fondamenta.
- Nei casi in cui si decida di non tagliare completamente le strutture, escludendo pilastri e muri portanti, per non rendere la struttura troppo instabile, diventa completamente inutile visto che da quei punti l'umidità continuerà a risalire per sempre!

I dati descritti fin ora rispondono in modo molto esplicito alla domanda posta all'inizio, se il taglio della muratura per risolvere l’umidità di risalita funzioni o meno, la risposta è fin troppo ovvia...!

Intonaci evaporanti

L'utilizzo di intonaci macroporosi, se effettuato in modo esperto e con i dovuti accorgimenti, tende ad eliminare o diminuire i sintomi provocati dalla presenza di umidità, ma non risolve il problema alla radice. Il muro apparirà asciutto, ma l'interno del muro continuerà ad essere pieno di acqua che non farà altro che danneggiare i materiali da costruzione, degradando l'edificio.
L'uso di intonaci macroporosi non è di per se dannoso e può essere utilizzato una volta che l'umidità di risalita è stata sconfitta con un reale metodo efficace!

edifico con intonaco anti umidità

Interventi chimici

L’iniezione all’interno del muro di sostanze idrofobizzanti poggia su una “valida” teoria che nella pratica non funziona molto bene!

L'idea è di iniettare, tramite un sistema invasivo, una sostanza chimica all'interno dei muri, che dovrebbe riempire i piccolissimi condotti presenti nei materiali da costruzione, chiamati capillari, allo scopo di sigillare ed ostacolare il percorso di risalita dell'acqua.

schema taglio chimico del muro

barriera chimica alla umidità

Nella pratica molto spesso questi condotti, proprio per la loro esigua dimensione, non vengono riempiti completamente dal materiale iniettato, dando così vita a nuovi condotti ancora più piccoli, dove l'umidità potrà risalire ancora di più!

misuratore di umidità

Interventi osmotici

L'utilizzo di un sistema di inversione della polarità dell'acqua che ne modifichi la direzione e la spinga in modo naturale nel sottosuolo, da dove è venuta, il tutto in modo non invasivo e completamente naturale, è sicuramente la soluzione efficace che chiunque abbia questo problema sta cercando.

Nessuna “Guerra” contro la risalita dell'umidità, nessun intervento che danneggi i muri compromettendone la stabilità. Tramite questo sistema l'acqua smetterà spontaneamente di salire e si dirigerà verso il basso, liberando i muri che diverranno completamente asciutti!

I dispositivi Aquapol, una volta installati, rimangono al loro posto, in modo da poter svolgere la loro permanente azione deumidificante. Nel corso degli anni Aquapol ha sviluppato un’ampia gamma di modelli, con lo scopo di poterli adattare alle diverse architetture interne.

La Tecnologia Aquapol è la soluzione ecologica all’umidità di risalita
Garanzia di affidabilità grazie a 35 anni d’esperienza e più di 54.000 installazioni nel mondo!

Comments are closed.

x

We use cookies to give you the best online experience. By agreeing you accept the use of cookies in accordance with our cookie policy.

I accept I decline